Palestina

 

La popolazione palestinese vive quasi esclusivamente ai confini occidentali e orientali di Israele; questi territori prendono il nome di Cisgiordania e Striscia di Gaza e fanno parte della Palestina.

La Cisgiordania è formata da un altopiano con un clima secco e con una vegetazione di tipo mediterranea ad Ovest e desertica ad Est.

La Striscia di Gaza, invece è pianeggiante con coste che si affacciano sul Mediterraneo di tipo sabbioso.

L’età media della Striscia di Gaza è di 17 anni circa, il valore più basso al mondo.

Purtroppo la Cisgiordania e la Striscia di Gaza sono tra i territori più poveri al mondo, infatti questi paesi sono sostenuti dagli aiuti umanitari. La loro povertà è dovuta al fatto che Israele controlla tutte le vie di accesso ai due territori.

Per quanto riguarda l’agricoltura  vengono prodotti agrumi e olio di oliva; l’industria è limitata all’estrazione della pietra e ad alcune produzioni tessili e di cemento.

Le strade e gli edifici sono malridotti a causa delle continue azioni militari.

Purtroppo il territorio palestinese dal momento in cui è nato è stato occupato da Israele anche se dal 1993 Israele si è impegnato a dare poteri di autogoverno e autonomia alla Cisgiordania e alla Striscia di Gaza, quindi dal 1994 è nata  l’Autorità Nazionale Palestinese (ANP) con lo scopo di far diventare la Palestina un vero Stato nazionale. Israele cedette i propri territori alla Palestina ottenendo in cambio la sicurezza dei propri confini da parte di militari palestinesi.

Questa situazione è proseguita negli anni, e nel 2012 l’ONU ha riconosciuto la Palestina come Stato osservatore; tutti i paesi aderenti all’ONU hanno dato voto favorevole escluso gli Stati Uniti ed Israele. Sicuramente questo grande traguardo si è raggiunto grazie all’abilità del successore di Arafat, Abu Mazen.

Con tutti i traguardi raggiunti però la situazione e i rapporti tra Israele e Palestina sono sempre sul filo del rasoio, infatti ancora oggi Israele non vuole riconoscere la Palestina come Stato e lo stesso vale per la Palestina nei confronti di Israele. Inoltre la Palestina non ha ancora un proprio esercito e una propria valuta, inoltre Israele ha tutto il controllo sugli accessi marittimi, terrestri e aerei.

 

Programma geografia terza media