Addizione e sottrazione di monomi

 

Addizione e sottrazione di monomi

L’addizione di due o più monomi è l’espressione che si ottiene scrivendo i monomi uno di seguito all’altro, ciascuno con il proprio segno.

Ad esempio, l’addizione dei monomi:

+3a;   -8a²b³; – \frac{2}{5}abc²

si indica così:

+3a – 8a²b³ – \frac{2}{5}abc²

Se i monomi sono simili, la somma sarà un monomio simile ad essi avente per coefficiente la somma algebrica dei coefficienti.

 
 

esempi:

  1.  3ab + 5ab= (5+3ab= 8ab

  2. (3a²b) + (-5a²b) + (a²b) = (+3-5+1a²b = – a²b   abbiamo raccolto a fattor comune

  3. -3a²b³ – 4a + 7a²b³ + 3a = (-3 +7a²b³ + (-4+3a= +4a²b³-a

Dobbiamo ricordarci che quando non è scritto alcun coefficiente è sottinteso 1.

La sottrazione di monomi si riduce ad un’addizione dove il segno meno ti darà indicazione di cambiare segno a ciò che viene nella parentesi dopo di esso. Quindi addizione e sottrazione costituiscono una sola operazione chiamata somma algebrica.

2x²y – (-5x²y) = 2x²y + 5x²y=

=(2 + 5) x²y = 7x²y  è importante cambiare di segno all’interno della parentesi dopo il meno.

 Vedi gli esercizi

Programma matematica primo superiore

Programma matematica terza media