La caduta dell’Impero Romano d’Occidente

 

In questo articolo parleremo di un evento storico molto importante e cioè la caduta dell’Impero Romano d’Occidente.

Le invasioni barbariche colpirono quasi esclusivamente l’Impero Romano d’Occidente, giungendo fino al suo cuore: l’Italia e Roma.

  • I primi ad invadere la penisola furono i Visigoti. Nel 410 d.C. occuparono Roma e per tre giorni la sottoposero a un orrendo saccheggio, ricordato come il “sacco” di Roma.
  • Nel 452 fu la volta degli Unni, che sotto il comando di Attila dilagarono nella Pianura Padana mettendo a ferro e a fuoco le città.
  • Roma fu attaccata anche dal mare: i Vandali occuparono i territori imperiali in Africa e di lì, nel 455, con una grossa flotta sbarcarono a Ostia e occuparono Roma, che venne saccheggiata per 15 giorni.
  • Infine nel 476 Odoacre, re degli Eruli, depose dal trono l’ultimo imperatore romano d’occidente, Romolo Augustolo, un ragazzo di appena sedici anni.

Finiva così l’Impero Romano d’Occidente; per l’Italia e gran parte dell’Europa si apriva una nuova epoca storica. Quindi la caduta dell’Impero Romano d’Occidente segna l’inizio Medioevo.

Invece l’impero bizantino durerà altri mille anni.

 

Programma storia quinta elementare

Se vuoi ascolta l’articolo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi