La Croazia

 

La Croazia è una delle sei repubbliche che costituivano la Jugoslavia.

Essa confina a nord con la Slovenia e l’Ungheria, a est con la Serbia, a sud con la Bosnia ed Erzegovina e Montenegro e a ovest è bagnata dal Mar Adriatico.

Il territorio è in prevalenza montuoso comprende gli ultimi contrafforti (diramazioni secondarie di una catena montuosa che si protendono verso una zona pianeggiante) delle Alpi Slovene, l’altopiano carsico dell’Istria e della Dalmazia e le Alpi Dinariche. A nord-est si estende la pianura della Slovenia, parte della pianura Ungherese che è percorsa dal Sava e dal Drava.

I laghi sono numerosi, sono immersi in un territorio boscoso e i 16 laghi di Plitvice sono stati dichiarati Patrimonio dell’umanità.

La costa è frastagliata e ricca di isole.

La Croazia era popolata da genti illiriche, poi nel I secolo fu conquistata dai romani, che la divisero in Dalmazia e Pannonia. In seguito fu occupata dagli avari e dagli ostrogoti per poi passare nelle mani dei bizantini che favorirono l’insediamento dei croati. Nel IX secolo i croati, dopo essere stati sottomessi dai franchi si convertirono al cristianesimo cattolico e crearono il loro primo stato.

Dopo la Prima guerra mondiale entrò a far parte del Regno della Jugoslavia che comprendeva Slovenia e Serbia, ma dopo la Seconda guerra mondiale si trasformò nella Repubblica socialista di Jugoslavia.

La Croazia ha dichiarato la sua indipendenza nel 1991 e nel 2013 è entrata a far parte dell’Unione europea, la moneta è la kuna e la lingua ufficiale è il croato.

La popolazione è in prevalenza croata, le minoranze maggiori sono quelle dei serbi, dei bosniaci, degli italiani e degli albanesi.

 

Per quanto riguarda l’agricoltura essa è praticata solo in piccole zone dove si coltivano cereali e barbabietole da zucchero. Sulla costa visto che il clima è di tipo mediterraneo si coltivano anche vite e ulivo.

Ha un discreto sviluppo industriale soprattutto quello siderurgico, chimico, metallurgico ecc. ma molto importante è il turismo che contribuisce molto per l’economia del Paese. Le mete privilegiate oltre alle coste e alle isole sono i parchi nazionali (Plitvice) e città storiche come Split (Spoleto) e Dubrovnik (Ragusa).

La capitale è Zagabria che è anche la città più popolosa e importante. Essa è situata sulle rive della Sava. E’ un centro industriale, commerciale e culturale.

La seconda città è Split, attivo porto commerciale di origine romana , la parte più antica del territorio è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità.

Poi c’è Rijeka (Fiume), il più importante porto commerciale del paese.

Ricordiamo anche Dubrovnik, Zadar (Zara) e Pula (Pola) che sono centri dell’Istria e che visto che per molti secoli sono appartenuti alla Repubblica di Venezia presentano molte testimonianze architettoniche di quel periodo.

VEDI LA STORIA DEll’EX JUGOSLAVIA

 

Programma di geografia seconda media